GREEN NEWS
Idee che meritano di essere diffuse
5 discorsi da non perdere

Centinaia di discorsi emozionanti, illuminanti, divertenti dei più grandi artisti, di scienziati capaci di farci vedere il futuro, di leader e pensatori in grado di ispirarci e commuoverci. Sono le TED Talks, conferenze ospitate da un’organizzazione no profit il cui scopo è diffondere le idee “worth spreading”. Le più belle si possono vedere, o leggere tradotte in italiano, sul sito della Fondazione:  https://www.ted.com

Eccone cinque da non perdere!

 


“Le meravigliose e terribili conseguenze dei computer che possono imparare”

Dal computer che diventò un campione di dama giocando e rigiocando contro se stesso a quelli contemporanei, che vi possono far parlare in cinese a una conferenza o che hanno permesso a Google di mappare in due ore ogni singola località della Francia. Jeremy Howard, imprenditore, scienziato e docente della Singularity University, un centro di ricerca tra i più innovativi del pianeta, ci racconta come funziona l’apprendimento automatico dei computer e ci fa intravedere come questo processo, sempre più evoluto, cambierà le strutture sociali ed economiche del nostro mondo.

http://bit.ly/1wunQHN

“L’imminente crisi degli antibiotici”
È vero che l’abuso degli antibiotici ha creato batteri super resistenti? Che gli antibiotici non saranno più in grado di difenderci dalle infezioni più gravi?
Il dottor Ramanan Laxminarayan, epidemiologo, docente di Princeton e vicepresidente dell’Istituto superiore di Sanità indiano, prova a rispondere a queste domande con suggerimenti sui comportamenti da adottare e tracciando una breve storia degli antibiotici da quando, nel 1941, furono usati per la prima volta su un poliziotto di Oxford graffiato da una spina di rosa. Che però non sopravvisse all’infezione (e qui scoprirete perché).

http://bit.ly/1E3EOiw

Come piantare una piccola foresta ovunque”
Da ingegnere industriale a eco-imprenditore: Shubhendu Sharma racconta come ha imparato a far crescere alberi in modo sempre più efficiente prendendo spunto dal sistema produttivo dell’azienda automobilistica per cui lavorava.
Oggi la sua piattaforma on line www.afforestt.com aiuta chi lo desidera a far nascere una foresta “al costo di un iPhone”.

http://bit.ly/1wq8Sgs

“Assicurazione dei raccolti, un’idea che merita di essere seminata”
Rose Goslinga lavorava per il Ministero dell’agricoltura in Ruanda quando le fu chiesto di studiare qualcosa che proteggesse gli agricoltori contro la siccità, la pioggia e i mancati raccolti. Era il 2008. Da quell’esperienza nasceva Kilimo Salama (“Agricoltura sicura”), un modello di microassicurazione che oggi tutela più di 100.000 agricoltori in Kenya e Ruanda.

http://bit.ly/1zltyWX

“Un premio scientifico che vi farà ridere, e poi riflettere
Marc Abrahams, giornalista, è tra gli inventori del premio IGNobel, che dal 1991, in collaborazione con l’Università di Harvard, assegna un riconoscimento ufficiale alle ricerche scientifiche più improbabili e – a volte involontariamente – esilaranti: dal premio per la Fisica assegnato a tre studiosi per aver definito il motivo per cui le donne incinte non si ribaltano a quello per la Chimica assegnato al team che ha dato una risposta alla domanda: le persone nuotano più velocemente nell’acqua o nello sciroppo?
Un premio esilarante, ma da non sottovalutare: lo dimostra il caso di Andrej Gejm, premio IgNobel nel 2000, che nel 2010, grazie alle sue ricerche sul grafene, ottenne un altro premio di un certo rilievo: il Nobel per la Fisica.

http://bit.ly/1Gz1mFO

Questo sito è ottimizzato solo per le versioni più aggiornate di Google Chrome, Mozilla Firefox e Apple Safari